CICATRICI DA ACNE

AcneLe cicatrici da acne sono un importante, e purtroppo frequente, inestetismo del viso (la zona più colpita nella maggior parte dei casi) che porta, spesso, i pazienti ad avere notevoli difficoltà nelle relazioni interpersonali.


La terapia delle cicatrici post-acneiche, sta ricevendo negli ultimi tempi particolare attenzione da parte dei Medici Estetici poichè, proprio negli ultimi anni, la ricerca di una "salute che passi anche per la cute ed i suoi annessi" ha spinto i ricercatori al perfezionamento degli strumenti terapeutici volti al trattamento di questa patologia ed alla scoperta di nuovi presidi sempre meno invasivi ma sempre più affini ed efficace.



TRATTAMENTO:

AcneVi sono diverse tecniche di Medicina Estetica integrabili in un programma di trattamento allo scopo di ottenere il miglior risultato possibile:


1) Resurfacing: le tecniche di resurfacing tendono a levigare la superficie cutanea, livellandola. I peeling chimici sperficiali e medio-profondi hanno fin'ora coperto un ruolo primario nel dispositivo terapeutico disponibile. Questa tecnica è meno aggressiva della dermoabrasione, anche se, dopo un numero variabile di sedute, determina un visibile e netto miglioramento delle cicatrici


2) IPL: più recentemente è stata proposta una particolare fonte di luce (IPL - Luce pulsata medicale) con manipoli (ovvero terminali composti da un quarzo emettente una luce in una particolare lunghezza d'onda) espressamente indicati per l'ACNE. IPL va ad agire mediante un Bio-Stimolo del derma superficiale ottenendo uno "remodeling" ed un rinnovamento di tutta la cute interessata dal trattamento.


3) Needling: uno fra gli approcci terapeutici più recenti per la terapia delle cicatrici post-acneiche atrofiche approcciabili, è il needling, ovvero una tecnica di bio-stimolazione del collagene autologo che si effettua dal Medico Estetico mediante l'utilizzo di un dispositivo monouso composto da un rullo associato a moltissimi micro aghi di una lunghezza variabile da 1.5 mm a 2 mm.


4) Fillers: le tecniche di riempimento consistono nell'impiantare (mediante microiniezioni) delle sostanze (fillers) nel derma allo scopo di sollevare il fondo della lesione cicatriziale (come si può sollevare il fondo delle rughe) portandolo al livello della cute sana circostante. Generalmente si utilizzano materiali riassorbibili a base di collagene o acido ialuronico o il tessuto adiposo del paziente stesso. La durata del beneficio è variabile da soggetto a soggetto, e il trattamento è da ripetere. Questi sono tutti trattamenti ambulatoriali che però devono essere eseguiti sempre da un Medico Estetico in quanto non sono esenti da rischi e complicazioni.


E' importante poi comprendere che il processo di correzione delle cicatrici deve essere graduale e ben pianificato (richiede alcuni mesi, periodo obbligato l'autunno-inverno) e che, infine, è sempre necessario combinare le varie metodiche al fine di raggiungere il miglior beneficio estetico possibile


Questa patologia estetica può essere migliorata, spesso anche significativamente, ma mai del tutto.