Medicina Ortomolecolare

Quando si parla di alimentazione si parla di macronutrienti, cioè proteine, lipidi e glucidi; i micronutrienti sono altrettanto importanti: le vitamine, i sali minerali, acidi grassi essenziali, aminoacidi, oligoalimenti ecc. sono indispensabili al nostro organismo per poter trasformare in bioenergia (ATP) ciò che noi mangiamo quotidianamente oltre a supportare tutte le principali funzioni metaboliche del nostro organismo, dall'attivazione del sistema immunitario, alla disintossicazione dalle sostanze tossiche.


Attraverso la Micronutrizione si cerca di attuare soprattutto una forma di prevenzione, per rallentare la degenerazione cellulare (cioè l'invecchiamento) ed evitare per quanto sia possibile le principali malattie cronico degenerative da quelle a carico del sistema cardiocircolatorio al diabete di tipo II, all'osteoporosi, alle patologie osteo articolari


Luis PaulingLinus Pauling (1901-1994) è il fondatore della medicina ortomoleculare, o micronutrizione,mediante la quale si cura l'organismo fornendogli quantità ottimali delle sostanze di cui ha naturalmente bisogno. Linus Pauling gettò le fondamenta dellabiologia molecolare, sviluppando in seguito una teoria che spiegava le basi molecolari della terapia a base di vitamine.


Il termine ortomolecolare è un composto del termine grecoortho, che significa corretto, e di molecola, che è la struttura più semplice dei composti organici.


Pauling credeva fermamente che l'integrazione di vitamine in quantità ottimali e una dieta sana costituissero la premessa più importante per una vita lunga ed in salute e, seguendo questo regime, lui stesso visse produttivamente.


medicina ortomolecolareLa micronutrizione, attraverso il riequilibrio alimentare e/o l'uso di integratori, permette di conservare o ritrovare il benessere.


Oggi l'integrazione sta acquistando sempre maggiore popolarità, secondo le statistiche, negli ultimi 5 anni in Europa, c'è stato un aumento delle vendite di integratori alimentari del 50%. Ciò è dovuto alla maggiore sensibilità dei cittadini verso l'automedicazione.


Una giusta integrazione con sostanze nutrizionali di vera qualità è in grado di rimetterci in forma e supplire alle sempre più presenti sub-carenze. Queste solitamente si manifestano con sintomi molto generici come stanchezza, mal di testa, bisogno continuo di mangiucchiare, sbalzi d'umore, insonnia...

e non sono riscontrabili con i normali esami del sangue, ma da altri test, come il mineralogramma.


Il nostro cibo non è più così ricco di sostanze nutrizionali. L'inquinamento nell'aria, nelle acque e nella terra ha inequivocabilmente contaminato i prodotti e, anche attraverso la lavorazione industriale, la buona parte degli elementi nutrizionali, viene distrutta. Il nostro organismo riceve quindi meno vitamine e minerali delle sue normali necessità.


medicina ortomolecolareA ciò si aggiunge anche l'aumentato fabbisogno organico, causato dallo stress cui siamo sottoposti. Siamo dunque carenti di sostanze nutrizionali, per questo il supplemento con sostanze nutrizionali trova sempre più consenso. Ogni carenza di oligoelementi, sostanze minerali, vitamine, acidi grassi essenziali e aminoacidi, prima o poi, conduce all'insorgere di vere e proprie patologie.


La scienza ha ormai da tempo appurato che l'integrazione attraverso le sostanze nutrizionali è preventiva e terapeutica.


Alla base della medicina ortomolecolare c'è sempre la ricerca delle cause che hanno portato all'insorgere della malattia, e un'analisi globale della situazione metabolica individuale della persona presa in esame.


medicina ortomolecolareÈ molto raro che sia soltanto una la causa che sviluppa l'intero quadro clinico. Bisogna dunque essere in grado di prendere in considerazione non solo le influenze biochimiche derivanti dal tipo di alimentazione e dalle sostanze nutrizionali così introdotte, ma anche le interazioni che si sviluppano nel soggetto dal contatto con l'ambiente. Determinanti sono infatti le situazioni di stress fisico e psichico, l'ambiente familiare e di lavoro, le abitudini di vita e le predisposizioni genetiche.


Prevenzione ortomolecolare: Mantenimento della salute e dell'equilibrio del metabolismo. Insieme ai consigli dietetici, la somministrazione mirata di sostanze nutrizionali ortomolecolari può ridurre notevolmente il rischio di future malattie.